ALLE RSU 2018 DAI PIU’ FORZA ALLA USB

Comunicato n. 28/18

Nazionale -

Prosegue una campagna elettorale per le elezioni RSU che si fa giorno dopo giorno sempre più interessante ed entusiasmante. In ogni sede dove andiamo a tenere le assemblee troviamo lavoratori che vogliono rompere con le organizzazioni sindacali complici. I risultati delle elezioni politiche del 4 marzo hanno mostrato la voglia di un profondo cambiamento, ci aspettiamo che la stessa cosa avvenga sul piano sindacale il 17-18-19 aprile con il voto per le RSU.

Ovunque andiamo registriamo una bocciatura unanime del Contratto collettivo nazionale di lavoro firmato da CGIL-CISL-UIL-CONFINTESA-CONFSAL lo scorso 12 febbraio, così come i lavoratori, sempre all’unanimità, sono favorevoli all’abrogazione della norma contrattuale che obbliga a firmare il CCNL per partecipare alla contrattazione integrativa di Ente. Ripetiamo quello che abbiamo scritto nelle scorse settimane: alle elezioni RSU non votate i sindacati che hanno firmato il Contratto collettivo.

Anche se sarete tentati di dare fiducia al collega o alla collega della vostra sede che vi sembra affidabile, ricordatevi che non state votando solo la persona ma state rafforzando il sindacato con il quale si presenta, perché la somma dei voti determinerà il peso di ciascuna organizzazione sindacale.

Pensiamoci e rafforziamo la USB, che sempre di più appare come l’unica voce seria, trasparente, determinata dell’Istituto. Mandiamo un segnale a chi ha svenduto i nostri diritti e ci sta riducendo a schiavi. Voltiamo pagina.

USB Pubblico Impiego INPS