IL GIUDICE DEL LAVORO DI TORINO HA CONDANNATO PER CONDOTTA ANTISINDACALE LA DIREZIONE REGIONALE DELL’INPS DEL PIEMONTE

In allegato il Provvedimento del Tribunale Ordinario di Torino Sez. Lavoro

Torino -

 

 

 

LA SENTENZA, CHE PER ORDINE DEL GIUDICE SARA’ PUBBLICATA SUL SITO INTRANET DELL’INPS DEL PIEMONTE, FA GIUSTIZIA DI COMPORTAMENTI DELL’AMMINISTRAZIONE TESI A:

 

·         UTILIZZARE IL PERSONALE SENZA TENER CONTO DEGLI ACCORDI VIGENTI;

·         DELEGITTIMARE IL RUOLO DEL SINDACATO;

·         AFFERMARE UN RUOLO DELLA DIRIGENZA CHE DECIDE INDIPENDENTEMENTE        DALLE REGOLE CONTRATTUALI VIGENTI;

·        PRATICARE ATTEGGIAMENTI CHE SI VOGLIONO FAR DISCENDERE DAI PROVVEDIMENTI “BRUNETTA”, PROVVEDIMENTI CHE HANNO FORTI PROFILI DI INCOSTITUZIONALITA’.

 

LE ASSEMBLEE E LA MOBILITAZIONE DEI LAVORATORI HANNO CONFERMATO LA VALIDITA’ DEL PERCORSO UNITARIO CHE I SINDACATI PIEMONTESI HANNO INTRAPRESO.

LA COMPLESSITA’ DEI PROBLEMI LAVORATIVI CHE DEVE AFFRONTARE L’INPS   MERITEREBBE BEN ALTRO ATTEGGIAMENTO DA PARTE DI CHI E’ STATO CHIAMATO A GESTIRE UNA FASE DI PROFONDO CAMBIAMENTO ORGANIZZATIVO.

 

NON E’ POSSIBILE GOVERNARE L’INPS DEL PIEMONTE PRESCINDENDO DAI LAVORATORI E, PIACCIA O MENO, DA CHI LI RAPPRESENTA.