FIRMATO DEFINITIVAMENTE IL CONTRATTO INTEGRATIVO 2007. Il saldo dell'incentivo arriverà però in busta paga a giugno

In allegato il comunicato n.18/08

Nazionale -

In mattinata è stato ratificato il CCNI 2007, dopo il vaglio dei ministeri vigilanti e la registrazione della corte dei conti.


Nel nostro intervento abbiamo comunicato l’intenzione di non sottoscrivere l’intesa, in quanto non ci è stato possibile contribuire alla sua stesura proponendo nostri contenuti, visto che non fummo nemmeno convocati al tavolo nazionale non avendo sottoscritto il contratto collettivo nazionale di lavoro.

L’applicazione letterale di una norma contrattuale antidemocratica, oltre a mettere in luce la mancanza di una vera democrazia sindacale ci ha penalizzato nella contrattazione integrativa 2007.


L’attesa per il pagamento del saldo definitivo del premio di produzione si prolungherà fino al 27 giugno, poiché l’amministrazione ha deciso che a maggio metterà in pagamento la sola parte relativa alle indennità ed al TEP.


Abbiamo approfittato dell’occasione per sottolineare alcune proposte e richieste che da tempo cerchiamo di porre all’attenzione dell’amministrazione, delle altre organizzazioni sindacali e di tutti i lavoratori dell’Istituto:


>    Adeguamento del buono pasto al valore di € 14,00 – Su questo punto c’è la convergenza di tutti, si tratta di dare concretezza alle positive considerazioni, garantendo al tempo stesso la piena fruibilità del ticket a tutto il territorio nazionale. Occorre affrontare anche la questione relativa al riconoscimento del buono pasto ai lavoratori in distacco sindacale, seguendo la considerazione che l’attività sindacale è attività lavorativa a tutti gli effetti;


>    Apertura di una nuova fase di crescita professionale, indicando ai lavoratori la prospettiva di passaggi di livello economico entro un tempo prestabilito, per esempio quattro anni, all’interno di una revisione del modello organizzativo dell’attività dell’Istituto.


Siamo inoltre intervenuti sulla necessità che l’incentivo 2007 sia riconosciuto incondizionatamente al 100% a tutte le Sedi, senza alcuna decurtazione, dal momento che la scelta dei piani di produzione è stata attuata unilateralmente dall’amministrazione, senza confronto sindacale. Lo stesso ragionamento varrà per il 2008 e per gli anni a venire, finché l’amministrazione non si deciderà ad aprire un vero confronto sulla produttività, scegliendo tempi di trattativa adeguati all’individuazione preventiva dei piani. Ad oggi, infatti, ancora non è stata avviata la discussione sul contratto integrativo 2008.


Ancora due questioni affrontate nel nostro intervento:


>    Necessità di concordare criteri vincolanti per la mobilità interenti, gestita fino ad oggi in modo padronale dall’amministrazione ed attivazione di un bando nazionale di mobilità interna;


>    Riconoscimento della RIA agli ex insegnanti, ai quali l’amministrazione sta recuperando l’assegno di garanzia, comprensivo dell’indennità di anzianità. Su questo punto è necessaria una risposta in tempi brevi, per alleggerire la posizione dei lavoratori interessati.

ARRIVERANNO RISPOSTE AI NOSTRI QUESITI ED ALLE NOSTRE PROPOSTE?
Oggi non è arrivato niente, del doman… non v’è certezza!!!

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati