IO DICO NO

Comunicato n. 7/09

Nazionale -

 

Sale la temperatura della polemica sindacale in vista della consultazione dei lavoratori sul contratto 2008-2009. Volano gli insulti da parte di una CISL che ha perso sicurezza e aplomb, arrivando a giocare la carta disperata della raccolta di firme a sostegno degli accordi sottoscritti negli ultimi mesi: Protocollo del 30 ottobre; Contratto 2008-2009; Riforma degli assetti contrattuali. Perché allora non fare una libera e democratica consultazione tra i lavoratori su questi accordi?

 

La RdB invita i lavoratori a non sottoscrivere tale petizione sulla base delle seguenti motivazioni:

 

L Il Protocollo del 30 ottobre non ha modificato i contenuti della Legge 133/2008. La restituzione dell’incentivo decurtato dal governo potrà avvenire solo con i risparmi del bilancio di Ente, aggiuntivi a quelli previsti dalla Legge 133/2008.

L Il contratto 2008-2009 incrementa il salario medio dei lavoratori del Parastato di circa 21 euro netti mensili come media per ogni anno di contratto-

2008                    -  10 euro lordi mensili

2009                    -  75 euro lordi mensili (assorbono i 10 euro del 2008)

2009                  -  10 euro lordi mensili di indennità di ente

2010                    -  10 euro lordi mensili

 

Totale lordo -  95 euro medi lordi mensili a regime per 3 anni di contratto

Totale netto -  63 euro circa a regime al 3° anno di contratto

21 euro il netto mensile medio per ogni anno di contratto

 

                 Qualcuno può affermare il contrario?

 

L La riforma degli assetti contrattuali allunga di un anno la validità economica del contratto, introduce un indice europeo d’inflazione calcolato su una base salariale che per il pubblico impiego è decisa dai ministeri competenti, riduce il diritto di sciopero e la democrazia sindacale.

 

La RdB invita i lavoratori a cancellarsi da quelle organizzazioni sindacali che hanno avallato con accordi, protocolli e intese, la politica di attacco alla pubblica amministrazione ed ai diritti dei lavoratori pubblici.

 

La RdB invita i lavoratori a partecipare alle consultazioni indette dalla stessa RdB (10 febbraio) e dalla CGIL (9-10 febbraio) per esprimere con un NO sulla scheda il proprio dissenso: AL CONTRATTO 2008-2009; AI CONTRATTI TRIENNALI; ALLA LEGGE 133/2008; AL PROTOCOLLO DEL 30 OTTOBRE. Spiace constatare che la CGIL, ad oggi, non abbia a sua volta invitato i lavoratori a partecipare anche alla consultazione della RdB.

 

Ogni struttura della RdB convocherà l’assemblea del personale per permettere ai lavoratori di partecipare alla consultazione. I lavoratori timbreranno inizio e fine assemblea per il tempo strettamente necessario alla votazione (anche solo 10 minuti), così l’amministrazione INPS ed i sindacati che stanno tentando di far fallire la consultazione… saranno serviti!

 

Il 10 febbraio per la RdB è una giornata di mobilitazione e di lotta, all’interno di quel percorso iniziato a giugno dello scorso anno, quando per tutta l’estate solo la RdB portò avanti iniziative di protesta contro il decreto 112/2008 prima e la Legge 133/2008 dopo.

 

Una piccola riflessione finale. Perché all’INPS non è stato ancora costituito il Fondo di Ente 2009 per un importo di € 376.000.000, come indicato dalla CISL in un proprio comunicato del novembre 2008  dal titolo “scheda nuovo fondo”? Questa sarebbe una risposta concreta, non i proclami dei percorsi a tappe, quasi si trattasse di un pellegrinaggio alla Madonna di Lourdes in cerca del miracolo!

 

 

IL 10 FEBBRAIO NON DELEGARE, DECIDI TU.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati