LA RdB-CUB INPS SI MOBILITA CONTRO IL CLIENTELISMO E LA DISCREZIONALITA'

Comunicato n.&/07

Nazionale -

Questa mattina, presso la Direzione Generale dell’INPS, si è svolta una manifestazione di circa un centinaio di lavoratori per chiedere

 

In una Sala Aldo Moro piena di colleghi dell’Area C si è rimarcata la netta contrarietà della RdB all’assegnazione di 10 punti discrezionali nelle selezioni a C4, oltre a sottolineare la richiesta del ripristino dell’indennità di 30 e 70 € mensili per C1/C2/C3 Amministrativi e Sanitari, ovviamente senza togliere incentivo al restante personale ma integrando il Fondo delle risorse necessarie ad attivare tale strumento, anche con una decorrenza che sposti a fine 2006 la restituzione dell’indennità.

 

La presenza in assemblea di lavoratori dell’Area B ha sollecitato il dibattito in merito alla vertenza relativa alle mansioni superiori, sulla quale la RdB è impegnata in modo convinto e che sarà oggetto di discussione e di scelte operative al prossimo Coordinamento Nazionale della RdB INPS.

 

L’iniziativa odierna è proseguita con un corteo interno che ha percorso i tredici piani del Grattacielo di Via Ciro il Grande, spiegando al megafono il motivo della protesta con un contorno sonoro di fischietti.

 

Al quarto piano della Direzione Generale un gruppo di delegati e lavoratori ha esposto sul lato della Via Cristoforo Colombo uno striscione sul quale c’era scritto "NO AL CLIENTELISMO – NO ALLA DISCREZIONALITA’" ed a quel punto è stato chiesto un incontro con l’Amministrazione.

 

Si è dovuto attendere fino al primo pomeriggio per ottenere l’incontro, nel quale, i delegati RdB hanno rinnovato la richiesta di:

> Certificare le mansioni svolte dai dipendenti;

> Salvaguardare gli incentivi individuali dei lavoratori rispetto al 2005;

> Cancellare i 10 punti discrezionali per i passaggi a C4;

> Ripristinare l’indennità di 30 e 70 € per tutti i C1/C2/C3 Amministrativi e Sanitari;

> Incrementare i posti nelle selezioni a C4 per Informatici e Vigilanza, in aggiunta ai 4.000;

> Rinunciare all’attribuzione della funzione di Capo team vigilanza a favore dell’aumento dell’indennità per tutti gli ispettori;

> Avvicinare ulteriormente il TEP all’Assegno di garanzia.

 

Sicuramente per rispondere positivamente a queste richieste c’è la necessità di ritoccare lievemente il Fondo complessivo, ma la RdB lo ritiene un passaggio possibile e doveroso.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati