L'assemblea dei lavoratori iscritti, non iscritti, simpatizzanti RdB della sede INPS di Bologna ADERISCE e invita tutti i lavoratori a partecipare allo sciopero generale indetto dal sindacalismo di base per il giorno venerdì 23 ottobre 2009

Bologna -

 

 

 

 

  

 

L’assemblea dei lavoratori iscritti, non iscritti, simpatizzanti RdB-CUB della sede INPS di Bologna, svoltasi mercoledì 14 ottobre 2009, a seguito di un approfondito ed articolato dibattito,

 

  • RESPINGEildecreto di riforma del Pubblico Impiego, legge 15\2009, perché scardina dalle fondamenta il sistema di garanzie dei lavoratori pubblici, sottrae molte materie alla contrattazione ed al confronto sindacale, impone una ferrea gerarchia nel rapporto di lavoro, reintroduce il cottimo nascosto dietro una falsa meritocrazia, avvia processi di mobilità forzata, favorisce abusi di potere nelle sanzioni disciplinari;
  • RESPINGEilProgetto di riorganizzazione dell’INPS perché porta ad un’involuzione del ruolo dell’Ente ed è frutto di una scelta unilaterale che, di fatto, esternalizza l’organizzazione interna e determinerà mobilità di massa, ulteriore aumento dei carichi di lavoro, minore salvaguardia sindacale;


  • ADERISCE e invita tutti i lavoratori a partecipare allo sciopero generale indetto dal sindacalismo di base per il giorno venerdì 23 ottobre 2009 e alla manifestazione che, in tale data, si svolgerà a Roma;
  • PROPONE alla RSU di sede di convocare al più presto un’assemblea unitaria del personale per confrontarsi sul decreto di riforma del Pubblico Impiego e sulla riorganizzazione dell’INPS e valutare eventuali iniziative da mettere in atto con l’obiettivo di ottenere che una consistente parte del salario accessorio sia trasferito sulla parte tabellare, sottraendolo quindi al  ricatto previsto dalla riforma Brunetta;
  • ADERISCE allo stato di agitazione indetto a livello nazionale dalla RdB INPS con l’obiettivo di contrastare l’applicazione della legge 15/2009 e della riorganizzazione della sede in base alla circolare 102/2009 I partecipanti all’assemblea delegano alla O.S. RdB di sede la decisione circa modi e tempi di articolazione dell’agitazione.

 

 

La mozione è stata approvata per acclamazione dall’unanimità dei partecipanti.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati