MANSIONISMO 3 / UNA SOLUZIONE VA TROVATA E PER TUTTI

(104/19)

Roma -

Con questo volantino chiudiamo una tre giorni di riflessione sul mansionismo all’INPS. Abbiamo visto come le selezioni per i passaggi di area, che pure si devonofare, non rappresentino una soluzione per tutti, anzi, neanche per tutti quelli che hanno il titolo di studio richiesto. Abbiamo visto come sia stato azzerato lo sforzo di riconoscere, almeno sul piano economico, attraverso la maggiorazione del TEP, la differenzaretributiva con l’area superiore.


La soluzione al mansionismo va trovata a livello contrattuale e va trovata per tutti. Noi della USB proponiamo l’area unica, nella quale far confluire le lavoratricied i lavoratori attualmente inquadrati nelle tre Aree A-B-C. Area unica non significa appiattimento retributivo e professionale, al contrario, con tale soluzione si determinano le condizioni perché sia data a tutti l’opportunità di vedere riconosciuta la propriaprofessionalità attraverso selezioni che non sarebbero più da un’area all’altra ma all’interno di una medesima area, quindi senza la necessità di avere il titolo di studio previsto per l’accesso dall’esterno. Inizialmente la nostra proposta farebbe la fotografiadegli attuali livelli economici, quindi non produrrebbe costi aggiuntivi in fase di rinnovo contrattuale, tuttavia riconoscerebbe a tutti i lavoratori la possibilità di percorrere l’intera carriera senza trovare barriere insormontabili come nell’attuale sistemadi classificazione.
Cosa propongono gli altri sindacati? Qualcuno, come Confintesa, ha proposto tre aree: Area del Supporto, Area del Funzionariato, Area Quadri; quella del Funzionariatoaltro non è che la nostra area unica, dove sarebbero riuniti i lavoratori oggi inquadrati nelle Aree A-B-C.

Ora finalmente anche la CGIL esce allo scoperto e mette nero su bianco la sua proposta, articolata sempre su tre aree: operativa, funzionale, dei professionistie delle elevate professionalità. A differenza di Confintesa tuttavia la CGIL prevede che nell’Area Operativo (AO) si acceda con il diploma di scuola secondaria di secondo grado o con titoli di studio inferiori, mentre nell’Area Funzionale (AF) si accede dall’esternocon la laurea. Infine nell’Area dei Professionisti e delle Alte Professionalità (AP) si accede dall’esterno con la laurea o con l’abilitazione professionale e dall’interno con i titoli stabiliti dal CCNL. Una proposta, quella della CGIL, molto pasticciatae che non risolve il problema del mansionismo. Inoltre appare una proposta classista, in cui i diplomati sono schiacciati in basso.
Non siamo affezionati ad ogni costo all’area unica, può andare bene anche un’altra soluzione, ma quello che chiediamo al nuovo sistema di classificazione delComparto Funzioni Centrali è che risolva il problema del mansionismo per tutti, non solo per una parte.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni