MANSIONISTI ESCLUSI COME ESPERTI DI MATERIA COSTRETTI A FARE AFFIANCAMENTO GRATUITO

(116/19)

Roma -

In questi giorni lavoratrici e lavoratori delle Aree A e B che provano a presentare la domanda per essere riconosciuti esperti di materia e poter così tenere corsi di formazione in aula si vedono rifiutare tale possibilità perché la selezione è riservata al personale di Area C. Gli stessi lavoratori però sono costretti dai direttori di sede a fare formazione in affiancamento (on the job) al personale di nuova assunzione.

Un paradosso che non ha una motivazione logica in un ente in cui l’organizzazione del lavoro è orizzontale e tutti svolgono le medesime funzioni indipendentemente dall’area di collocazione o dal livello economico.

I lavoratori mansionisti continuano ad essere presi in giro e ad essere sfruttati senza che sia riconosciuta loro una concreta possibilità di crescita economica e professionale. Così non si può andare avanti. Se il presidente dell’INPS non riuscirà a risolvere il problema a dicembre con la Legge di Stabilità, all’inizio del prossimo anno organizzeremo una grande assemblea dei lavoratori delle Aree A e B a Roma e da lì partiremo con un duro programma di lotta finché non saranno riconosciute a quei lavoratori le stesse opportunità degli altri ed una collocazione coerente con il lavoro svolto.

INDIETRO NON SI TORNA

STESSI DIRITTI STESSE OPPORTUNITA’ PER TUTTI

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati