Mercoledì' 17 ottobre - Ore 11- PRESIDIO A ROMA PRESSO IL MEF

Nazionale -

 

Per respingere i contenuti della legge di stabilità del governo MONTI che ancora una volta si accanisce contro i lavoratori del Pubblico Impiego ed in particolare verso quelli del Parastato.

 

 

 

In piazza contro:

 

·Il taglio del nostro incentivo speciale (l.88/89 articolo 18);

·il blocco dei contratti fino al 2017;

·Il blocco delle retribuzioni fino al 2014;

·la decurtazione del 50% della retribuzione della legge104/92 (esclusi coloro che ne usufruiscono per assistenza al coniuge o ai figli).

 

 

DIFENDIAMO I NOSTRI DIRITTI

DIFENDIAMO LA NOSTRA RETRIBUZIONE

TUTTI INSIEME POSSIAMO FERMARLI

 

 

PER PARTECIPARE AL PRESIDIO PER I LAVORATORI DELL’AREA ROMANA E’ STATA INDETTA UN’ASSEMBLEA DALLE ORE 10 A FINE TURNO.

 

 

 * * *

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

EPNE:  USB P.I., NO AL FURTO DI INCENTIVO E DI PERMESSI LEGGE 104

DOMANI A ROMA PRESIDIO AL MINISTERO DELL’ECONOMIA

 

Via XX Settembre – ore 11.00

 

 

No al furto di 6.000 euro di incentivo: con questo slogan l’USB P.I. degli Enti pubblici non economici ha convocato per domani, 17 ottobre, un presidio dei lavoratori INPS e INAIL davanti il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in via XX Settembre dalle ore 11.00.

 

“La Legge di stabilità chiede 300 milioni di ulteriori risparmi di spesa a INPS e INAIL – dichiara Luigi Romagnoli, della Segreteria nazionale USB EPNE – dando indicazione agli enti di prelevarli dalle risorse che finanziano i progetti speciali”.

 

“E’ un’assurdità – osserva l’esponente USB – quelle risorse hanno compensato negli anni maggiori responsabilità e aumento costante della produttività. Il Governo nega i processi di riorganizzazione e livella le retribuzioni al ribasso”.

 

“Anche la previsione di dimezzare le retribuzioni nei giorni di permesso per Legge 104/92 – denuncia Romagnoli – è un’assurdità e un accanimento ideologico contro i lavoratori pubblici. Così si puniscono i cittadini che suppliscono alle carenze dello Stato nell’assistenza ai disabili”.

 

“La legge di stabilità va rivista nel suo complesso e occorre tornare a guardare al Pubblico Impiego come a una risorsa per il Paese e non come terra di conquista e di saccheggio”,  conclude il dirigente sindacale dell’USB.

 

 

 

Roma, 16 ottobre 2012

 

  

 

Ufficio Stampa USB

Rossella Lamina

Tel. 0654070479 - Fax 0654070448

Cell. 3474212769

web:http://ufficiostampa.usb.it/

e-mail:ufficiostampa@usb.it

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni