NO AL RICATTO DELL’AMMINISTRAZIONE CENTRALE INPS USB RESPINGE LE SCHEDE DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE

Nazionale -

(163/20)    L’amministrazione pretende l’accettazione del nuovo sistema di valutazione della performance organizzativa e individuale per dare il via libera alle progressioni economiche per le Aree A e B, ricordando che entrambi gli impegni sono contenuti nel contratto integrativo INPS 2019 firmato da CGIL-CISL-UIL-CONFINTESA-CONFSAL.

USB respinge il ricatto dell’amministrazione e manifesta davanti alla direzione generale dell’INPS in concomitanza con l’incontro sindacale in cui si discute dell’introduzione delle schede di valutazione individuale.

USB rivendica immediati passaggi economici all’interno delle Aree A e B, progressioni che interessano lavoratrici e lavoratori sfruttati da anni e costretti a svolgere compiti di responsabilità, in cui è richiesta un’ampia professionalità, senza riuscire ad ottenere un giusto inquadramento economico e normativo.

Prima gli ultimi, prima chi è maggiormente in difficoltà. Dalle ore 15 il presidio sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook della USB INPS, con interventi di lavoratrici e lavoratori dai diversi territori.

No alle pagelle individuali, ulteriore strumento di divisione dei lavoratori. No alle valutazioni discrezionali della dirigenza. No al cottimo e agli obiettivi individuali di produttività.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati