NOTA USB sui mancati PAGAMENTI degli stipendi dei lavoratori Manitalidea SpA

Roma -

Al Presidente

                                                 Prof. Pasquale Tridico

                                                  Alla Direttrice generale

                                                  Dott.ssa Gabriella Di Michele

                                                  Alla Direttrice centrale Risorse Umane

                                                  Dott.ssa Maria Grazia Sampietro

                                                  Al Direttore centrale Risorse Strumentali

                                                  e Centrale Unica Acquisti

                                                 Dott. Maurizio Emanuele Pizzicaroli

                                                  Al Direttore centrale Benessere organizzativo

                                                  Sicurezza e Logistica

                                                  Dott. Marco Ghersevic

                                                  Alla Direttrice regionale

                                                  Piemonte

                                                  Dott.ssa Emanuela Zambataro

 

Oggetto: Retribuzioni personale Manitalidea SpA della Direzione generale e del Piemonte.

La scrivente organizzazione sindacale è costretta ancora una volta ad intervenire in merito alle mancate retribuzioni del personale Manitalidea in servizio presso le strutture dell’INPS. Ad oggi non risultano erogati lo stipendio dello scorso mese di dicembre, la tredicesima 2019, oltre a prestazioni di lavoro straordinarie accumulate e buoni pasto. Una situazione intollerabile, soprattutto in un Istituto chiamato a vigilare sulle aziende che operano in tutto il territorio nazionale. Si fa fatica ad accettare l’idea che l’INPS non abbia strumenti di rivalsa nei confronti della società appaltatrice di un servizio all’interno dell’Istituto. Di fatto i lavoratori e l’INPS, che dovrebbe intervenire in surroga anticipando gli emolumenti al posto dell’azienda, sono ostaggio dell’azienda stessa che non fornisce i dati retributivi.

Si chiede l’immediato intervento degli organi e della dirigenza in indirizzo, altrimenti si sarà costretti ad azioni di protesta che interromperanno il servizio nonché a denunciare all’esterno una situazione intollerabile, considerando non solo il diritto dei lavoratori a percepire quanto loro dovuto, ma anche gli impegni che ciascuno di loro ha assunto contando sulla retribuzione.

Si segnala, inoltre, che sia a livello di gestione e manutenzione degli impianti termici e idraulici in direzione generale che di pulizia per quanto riguarda il Piemonte, da tempo l’azienda non provvede a fornire i materiali necessari allo svolgimento dell’attività lavorativa, incidendo negativamente sul servizio.

Alla luce di quanto enunciato si sollecitano gli organi in indirizzo ad assumere la decisione d’internalizzare tali servizi, garantendo il mantenimento dei livelli occupazionali e il lavoro a quanti oggi alle dipendenze delle società esternalizzate. Un servizio di pulizia e di manutenzione degli impianti gestito direttamente dall’INPS garantirebbe maggiore qualità e risparmio di costi.

In attesa di un celere riscontro considerata l’urgenza dei temi elencati, s’inviano cordiali saluti.

 

Roma, 15 gennaio 2020                                    p. USB Pubblico Impiego INPS

                                                                                                  Luigi Romagnoli

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni