PERCHÉ L'8 MARZO DIVENTI UN VERO GIORNO DI FESTA

Comunicato 22/15

Nazionale -

Così com’è l’8 marzo non ci piace, perché è diventata al pari delle altre una festa commerciale. Come a Natale si regala il panettone, a Pasqua la colomba, il 14 febbraio i cioccolatini, così l’8 marzo è contrassegnato in massima parte dallo scambio di mimose.

 

Lasciamo i fiori di mimosa sugli alberi e torniamo a lottare, ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, anche e soprattutto l’8 marzo, perché finalmente si possa dire che la donna ha le stesse opportunità e gli stessi diritti dell’uomo, che la donna non è più oggetto di violenza e di soprusi, spesso in ambito familiare e ancor più spesso in quello lavorativo.

 

Solo quando si raggiungeranno pienamente questi risultati, solo allora l’8 marzo diventerà veramente un giorno da festeggiare.

 

Buona lotta.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati