Richiesta posticipo date svolgimento esami per i candidati della Provincia Autonoma di Bolzano

Bolzano -

Al Direttore Generale dell’INPS

Dott. V. Crecco

 

Al Direttore Centrale DCSGRU INPS

Dott. M. Nori

 

Al Direttore Regionale

INPS Trentino – Alto Adige

Dott. G. Guerriero

 

Al Direttore Provinciale

INPS Bolzano

Dott. A.G. Morciano

 

Al Presidente del Comitato Provinciale

INPS Bolzano

Rag. R. Amort

 

                                                       e, p.c.                                Al Presidente della Giunta

Provincia Autonoma di Bolzano

Dott. Luis Durnwalder

 

Ai Parlamentari

della Provincia Autonoma di Bolzano

sen. H. Thaler Außerhofer

on. S. Brugger

on. K. Zeller

 

 

Oggetto: selezioni interne 2008 presso l’INPS – richiesta posticipo date svolgimento esami per i candidati della Provincia Autonoma di Bolzano a seguito dei molteplici errori riscontrati nella traduzione tedesca dei relativi quiz

 

In via introduttiva si rappresenta brevemente la cronistoria del problema in oggetto, onde mettere a conoscenza delle relative circostanze anche i politici e i parlamentari in indirizzo.

 

Con Contratto Collettivo Nazionale Integrativo 2006 fu previsto lo svolgimento di selezioni interne per tutto il personale dell’INPS, per dare la possibilità di progressione di carriera tramite una selezione da attuarsi sulla base di quiz a risposta multipla. Su incarico dell’Amministrazione centrale di Roma i quiz furono predisposti da una ditta privata, selezionata tramite gara d’appalto pubblico. Tale ditta fu anche incaricata di provvedere alla traduzione in tedesco dei quiz in questione, in modo da garantire a tutti i candidati degli uffici INPS della Provincia Autonoma di Bolzano il diritto all’uso della propria madre lingua in sede d’esame, così come previsto dalle norme d’attuazione dello Statuto d’Autonomia ai sensi dei D.P.R. 752/ 76 e 574/ 88.

 

Ai primi di novembre del 2008, con qualche settimana di ritardo rispetto alla messa in rete dei quiz in lingua italiana, sono stati pubblicati sulla rete dell’Istituto anche i quiz predisposti in versione bilingue. Purtroppo a Bolzano si è dovuto constatare che un’alta percentuale - ovvero circa il 60% -70% dei quiz tradotti in lingua tedesca - contenevano molteplici errori di vario genere espressivo-lessicale, grammaticale, ortografico e morfo-sintattico, che rendevano molto difficoltosa e spesso addirittura impossibile la comprensione dei quiz per i candidati che avevano optato di partecipare alle selezioni interne facendo valere il diritto all’uso della propria madre lingua tedesca. Il problema accertato è stato tempestivamente comunicato per iscritto dall’Amministrazione locale dell’INPS alla Direzione centrale di Roma, la quale telefonicamente si è impegnata di rappresentarlo alla ditta che aveva provveduto alla traduzione dei quiz in tedesco, con la promessa di una solerte risoluzione. Anche la RdB CUB, in persona del coordinatore nazionale Luigi Romagnoli, in sede di trattativa nazionale, ha rappresentato il problema di Bolzano e chiesto un rinvio delle date previste per le selezioni interne (fissate per tutta Italia nei giorni 7 – 8 – 9 gennaio 2009), onde garantire ai candidati di madre lingua tedesca quanto segue: a) quiz tradotti correttamente e quindi comprensibili in tedesco; b) il diritto all’uso della propria lingua, previsto ai sensi dei suddetti D.P.R; c) ad avvenuta correzione e messa in rete dei 6500 quiz tedeschi revisionati, la concessione di 60 giorni di tempo, stabiliti a livello nazionale, in modo da garantire anche ai candidati tedeschi un congruo lasso temporale per prepararsi a sostenere le selezioni. I dirigenti responsabili a livello centrale hanno accordato verbalmente tali richieste; inoltre hanno comunicato all’Amministrazione locale che la ditta appaltatrice, che aveva provveduto alle traduzioni erronee, avrebbe inviato a Bolzano entro fine novembre due funzionari per prendere accordi riguardo ai quiz da correggere.

 

Trascorso infruttuosamente tale termine, la Rdb CUB di Bolzano si è attivata con l’Amministrazione locale, onde venire a conoscenza dello stato attuale dei fatti, anche perché pervengono alla ns. O.S. numerose e continue richieste da parte dei colleghi, che chiedono l’indicazione di date certe per lo svolgimento delle selezioni, in modo da poter programmare gli impegni familiari e le ferie dell’ormai imminente periodo natalizio e poterli conciliare con lo studio dei quiz e le date d’esame. Il 03.12.2008 giungevano invece dalla Direzione centrale notizie di tutt’altro    genere (!), ovvero che diversi colleghi di Bolzano avrebbero telefonato a Roma lamentandosi del rinvio accordato e chiedendo lo svolgimento delle selezioni in contemporanea con il resto d’Italia, dal 07.01.2009 in poi, senza tener conto della lingua tedesca, facendo presente che la richiesta dell’uso della suddetta lingua in sede d’esame è da ritenersi unicamente un mero pretesto per ottenere un rinvio delle date d’esame.

 

La RdB CUB contesta aspramente tale circostanza e fa presente che l’uso della lingua tedesca in Provincia Autonoma di Bolzano è sancito e garantito innanzi tutto dal D.P.R 752/ 76 e nello specifico dalle seguenti norme del D.P.R. 574 del 15.07.1988: art.1, c.1, lett. d); art. 11, c. 1, 2 e 3; art. 18 bis; art. 37. Le citate disposizioni sono da ritenersi alla stregua di norme costituzionali e, qualora non adottate dai soggetti preposti alla loro applicazione, questi sono perseguibili civilmente e penalmente!

 

Quindi, visto che l’uso parificato della lingua tedesca in Provincia Autonoma di Bolzano non è da ritenersi né un optional né un semplice pretesto per un rinvio delle selezioni, ma un diritto sancito e garantito da leggi primarie dell’ordinamento giuridico italiano, la RdB CUB, al fine di garantire a tutti i candidati della Provincia Autonoma di Bolzano un’equa partecipazione alle selezioni interne, chiede che vengano tempestivamente comunicati per iscritto, pertanto in via ufficiale e con atto formale da parte della Direzione centrale di Roma all’INPS di Bolzano i seguenti punti:

 

a)   la data certa, entro la quale la ditta appaltatrice intende provvedere alla correzione dei quiz tradotti scorrettamente in lingua tedesca;

b)   l’impegno da parte della Direzione centrale di accordare all’INPS di Bolzano il rinvio delle date previste per le selezioni interne, da svolgere quindi in differita rispetto alle altri sedi INPS d’Italia;

c)   l’impegno a concedere, una volta predisposte le suddette correzioni, un lasso di tempo di 60 giorni per una congrua preparazione agli esami, così come concesso a livello nazionale.

 

La RdB CUB, sulla base dei fatti sopra esposti, chiede alla Direzione centrale dell’INPS un urgente riscontro alle presenti richieste, in caso contrario metterà a conoscenza i politici e parlamentari in indirizzo della disattesa applicazione delle norme dello Statuto d’Autonomia, chiedendo a loro il dovuto intervento, interessando, se necessario il governo.

 

 

 

p. RdB-CUB PI INPS Bolzano

                                                                                                      Nadja Vitale

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati