TORNA ALL’INPS MISTER ART. 19 COMMA 6 MA NON VI VERGOGNATE ALMENO UN PO’?

Roma -

(60/20) La notizia è apparsa domenica sul quotidiano “LaVerità” ma dentro l’INPS girava da qualche giorno: nella prossima seduta del Consiglio d’Amministrazione, in programma per mercoledì 6 maggio, oltre al Regolamento d’Organizzazione ed al nuovo Piano dei Fabbisogni, sarà esaminata la proposta di assegnare a Massimo Antichi, già direttore centrale di Studi e Ricerche fino a dicembre 2019, un incarico art. 19 comma 6 da dirigente di seconda fascia nella stessa direzione centrale da lui guidata fino a pochi mesi fa, della quale diventerebbe anche il direttore centrale vicario.

La particolarità di Massimo Antichi, che più volte nel corso degli anni abbiamo sottolineato, è che in tutta la sua carriera non ha mai superato un concorso pubblico da dirigente, ma questo non gli ha impedito di collezionare una serie d’incarichi, spesso di prestigio, sempre ricorrendo all’art. 19, comma 6, del D. Lgs, 165 del 2001. E’ stato dirigente della COVIP, direttore generale dell’ENPALS ed appunto direttore centrale Studi e Ricerche dell’INPS, solo per citare alcuni degli incarichi rivestiti senza aver mai superato un concorso da dirigente.

Non discutiamo le competenze professionale di Massimo Antichi, che devono essere davvero eccezionali se importanti istituzioni della pubblica amministrazione si sono rivolte a lui affidandogli importanti incarichi, tuttavia irrita verificare che ancora una volta si utilizzi in modo ordinario uno strumento normativo che dovrebbe essere attivato solo nei rari casi in cui non si riesca a reperire la medesima professionalità all’interno dell’Istituto.

Se l’incarico fosse confermato sarebbe un pessimo inizio per il nuovo CdA dell’INPS, a fronte di lavoratori delle Aree A e B sfruttati e umiliati ai quali non si offre alcuna prospettiva di giustizia, oppure a fronte di tanti bravi funzionari preparati dell’Area C ai quali non si dà la possibilità di ottenere un incarico dirigenziale perché giustamente nella pubblica amministrazione si diventa dirigenti per concorso pubblico, tranne rare eccezioni ovviamente. Ma un po’ di vergogna non la provate quando prendete simili decisioni?

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni