EX INSEGNANTI IN PIAZZA - AREE A/B E' L'ORA DELLE RISPOSTE

Nazionale -

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

EX INSEGNANTI IN PIAZZA

 

Più di centocinquanta colleghi ex insegnanti hanno partecipato il 18 maggio scorso alla protesta sotto il ministero dell’Economia e delle Finanze per chiedere il riconoscimento della RIA maturata prima dell’ingresso all’INPS.

 

Una vicenda apparentemente semplice che si è via via complicata perché le amministrazioni interessate non hanno trattato il problema raccordandosi tra di loro ed oggi nessuno vuole tornare indietro, preferendo perpetrare nell’errore.

 

Qualche momento di tensione c’è stato quando i manifestanti hanno invaso Via XX Settembre, bloccando temporaneamente la viabilità perché dal ministero si negava l’incontro con la delegazione sindacale. Alla fine la caparbietà dei manifestanti e la mediazione sindacale hanno avuto la meglio e l’incontro c’è stato, anche se non ha prodotto effetti immediati. Il ministero dell’economia ritiene chiusa la partita e solo un’apertura da parte della Funzione Pubblica potrebbe riaprire il dialogo. L’impressione è che gli interlocutori capiscano di aver sbagliato ma non intendano modificare il loro parere. I lavoratori che hanno partecipato all’incontro, insieme ai responsabili nazionali di CGIL, CISAL e USB, hanno potuto verificare in prima persona la difficoltà ad individuare interlocutori disponibili considerato l’atteggiamento di chiusura del ministero.

 

La volontà di andare avanti e la consapevolezza di aver fatto un passaggio fondamentale sono serviti a riaprire la discussione sul problema e a ricompattare i lavoratori interessati.

 

L’impegno delle tre organizzazioni sindacali che hanno promosso l’iniziativa proseguirà ora presso il ministero per la pubblica amministrazione e l’innovazione. Non appena ci saranno novità i lavoratori saranno informati.

 

 

AREE A/B E’ L’ORA DELLE RISPOSTE

 

La vertenza mansionismo torna prepotentemente d’attualità e CGIL, CISAL, USB sono intenzionati a riprendere le iniziative di mobilitazione. Partendo da alcune assemblee interregionali entro il mese di giugno si vuole arrivare ad un appuntamento nazionale con manifestazione presso il ministero guidato da Brunetta per la presentazione di una proposta di decreto che autorizzi lo svolgimento di selezioni per i passaggi d’area con i criteri contenuti nel contratto nazionale di lavoro ancora in vigore.

 

Non va disconosciuta la conquista del SAP con la contrattazione integrativa, ma il mansionismo deve essere superato con un più coerente inquadramento dei lavoratori delle Aree A e B verso l’Area C, in quanto le mansioni svolte dalla generalità dei dipendenti sono riconducibili a quest’ultima Area.

 

FP CGIL INPS            FIALP - CISAL               INPS USB PI

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati