MANSIONISMO 1/ PASSAGGI DI AREA, COME E QUANDO

(102/19)

Roma -

Il prossimo 6 novembre nella riunione dell’ufficio di presidenza dovrebbero essere decisi i criteri e le modalità per le selezioni relative ai passaggi di area. Archiviate le pretese di Boeri, compresa la famigerata certificazione B2 della lingua inglese, la fase selettiva dovrebbe essere più snella e poggiare su una prova a test.

L’Amministrazione non sembra intenzionata a pubblicare i test prima della prova selettiva e questo, a nostro avviso, è un errore. La pubblicazione dell’insieme dei test, dai quali estrarre quelli relativi alla prova selettiva, è garanzia di trasparenza e imparzialità. Diversamente, la messa a disposizione di dispense o l’indicazione di testi sui quali prepararsi, non assicura un pari trattamento tra tutti i candidati e può più facilmente favorire il contenzioso. C’è ancora tempo e chiediamo di utilizzarlo per riflettere sulle scelte da assumere: la pubblicazione preventiva dei test nelle selezioni degli ultimi dieci anni ha garantito tutti i partecipanti ed evitato che si scoprissero errori nella compilazione dei test solo al momento della prova.

I bandi per i passaggi di area è facile prevedere che non saranno pubblicati prima del 2020, perché i sindacati hanno interesse a presentarsi ai lavoratori con il maggior numero di passaggi possibile, sapendo bene che solo una parte di chi ha titolo a partecipare alle selezioni otterrà il passaggio, mentre una parte consistente di lavoratrici e lavoratori dell’Area B ed una parte più contenuta dell’Area A non potranno nemmeno presentare la domanda per le selezioni non essendo in possesso del titolo di studio richiesto per l’accesso dall’esterno all’area superiore: il diploma di scuola secondaria di secondo grado per il passaggio in Area B e la laurea per il passaggio in Area C.

Le selezioni per i passaggi all’area superiore devono essere attuate ma non potranno rappresentare la soluzione al mansionismo. Per questo è importante mantenere la dovuta attenzione verso i lavori della Commissione insediata all’Aran e nella quale ci stiamo impegnando per una soluzione che garantisca tutti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni