Riscontro comunicato 1° luglio 2022 - fondo Perseo Sirio

Nazionale -

Riscontro  comunicato 1° luglio  2022 - fondo Perseo Sirio

Trasmettiamo la risposta pervenuta dalla Direzione Centrale Risorse Umane, in riscontro al comunicato USB Inps del 1 luglio e all’intervento USB al tavolo sindacale del 5 luglio, che hanno determinato una rapida risoluzione del problema.

Rimane pesantemente negativo il giudizio della USB sullo strumento del silenzio/assenso, che ha causato lo spiacevole disservizio.

Continueremo a vigilare e a intervenire tempestivamente su eventuali ulteriori criticità.

Roma, 7 luglio 2022                       USB Pubblico Impiego Inps

 

Da: arearelazionisindacali <AreaRelazioniSindacali>
Inviato: giovedì 7 luglio 2022 14:33
A: USB <usb>
Cc:
Oggetto: Riscontro comunicato 1° luglio 2022 - fondo Perseo Sirio

Si fa riferimento al comunicato USB del 1° luglio 2022 per rappresentare quanto segue.

La DCRU ha posto in essere gli adempimenti conseguenti alle nuove modalità di adesione al Fondo Perseo Sirio con informative e istruzioni al personale e alle sedi,  con messaggi Hermes n. 3554/2021, 3866/2021, 4122/2021, nonché con un’informativa individuale, indirizzata a tutti i diretti interessati all’eventuale adesione per silenzio assenso, con email massiva del 9 novembre 2021.

La procedura prevede, tra l’altro, che le Strutture centrali e territoriali comunichino e trasmettano alla Scrivente le istanze di non adesione al Fondo.

Pertanto, la Scrivente comunica al Fondo l’adesione per silenzio-assenso di coloro per i quali non siano pervenute nei termini previsti le prescritte istanze di non adesione.

Anche a seguito del comunicato sindacale e delle rimostranze di singoli dipendenti, sono stati effettuati degli accertamenti, da cui è emerso quanto segue.

Il fenomeno ha interessato, ad oggi, 238 dipendenti.

Alcune Sedi, non seguendo in modo corretto le istruzioni fornite dalla Scrivente con i citati messaggi, hanno inviato la documentazione dei non aderenti al Fondo ad indirizzo diverso da quello previsto.

Ciò ha determinato la mancata ricezione delle domande di non adesione di tutti i dipendenti assunti dopo il primo gennaio 2019 in servizio presso tali Sedi.

Si sono riscontrati anche alcuni sporadici casi di dipendenti che hanno presentato regolarmente la domanda di non adesione, non comunicata e inviata dalla Sede competente alla DCRU che, pertanto, ha classificato tali dipendenti come aderenti per silenzio assenso, trasmettendone i nominativi al Fondo.

Preso atto dell’accaduto, si sono presi subito contatti con il Fondo, per esporre la situazione e concordare una soluzione, che è stata prontamente individuata e già adottata, con l’invio al Fondo, il 5 luglio scorso, di una PEC con l’elenco dei 238 dipendenti erroneamente indicati come aderenti per silenzio assenso e di cui il Fondo prontamente cancellerà l’adesione e rettificherà la classificazione in non aderenti.

Il Direttore centrale Risorse Umane

Maria Grazia  Sampietro

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati