CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA 2010

Nazionale -

 

Dopo l’incontro di ieri, con la Delegazione trattante, per il rinnovo del Contratto Integrativo di Ente per l’anno 2010, si sono riuniti i Coordinamenti nazionali di CGIL, UIL, CISAL ed RdB per una valutazione complessiva delle proposte avanzate dall’Amministrazione.

In particolare, se da un lato si è registrato positivamente l’attuazione in tempi brevi degli impegni assunti (bandi selezioni 1 gennaio 2010) con la sottoscrizione dell’accordo di programma 2010/2012, dall’altro lato, quello relativo al CCNI 2010, non si può che dare un giudizio ancora critico.

.

Nello specifico si contestano all’Amministrazione i seguenti punti di caduta:        

  • la mancata previsione di un ulteriore percorso di stabilizzazione di una parte del salario accessorio in salario di garanzia per tutto il personale;        
  • la mancata previsione di un riconoscimento economico per le Aree A e B;        
  • la mancata previsione di nuove figure professionali legate al processo di riorganizzazione in atto;        
  • la mancanza di un nuovo sistema di criteri più oggettivi per il conferimento delle posizioni organizzative;        
  • la risposta, ancora inadeguata, per gli ex-insegnanti;
  • l’introduzione del coefficiente di merito con parametro 1.2 che di fatto anticipa il modello “brunettiano”.

 

Nel contempo abbiamo registrato, che nonostante il blocco dei CCNL e le varie sentenze dei tribunali che rimandano l’applicazione della legge 150 alla sottoscrizione dei prossimi CCNL, la rinnovata volontà dell’Amministrazione a mettere in atto da subito la parte che fa riferimento alle relazioni sindacali.

 

Per quanto riguarda i profili specialistici (vigilanza, informatica, sanitari, tecnici) il giudizio rimane sospeso in attesa della prossima riunione.

Relativamente agli Ispettori di vigilanza, in riferimento a quanto previsto dal collegato del lavoro, l’Amministrazione non si è ancora attrezzata per garantire l’operatività di questi Lavoratori.

 

Ribadiamo fin d’ora che eventuali ricadute sul raggiungimento dei piani di produzione non devono essere addebitate agli stessi.

 

Siamo convinti che, in attesa del prossimo incontro previsto per il giorno 13 dicembre, ci sia lo spazio per un approfondimento sulle tematiche esposte al fine di poter creare le condizioni per la chiusura del CCNI 2010.

 

Nel corso dell’incontro si è definito l’appuntamento per la prossima settimana per affrontare e definire le problematiche logistiche del personale ex IPOST.

 

TEMPI TECNICI

 

Finalmente ci è stata fornita l’informativa sulla eliminazione dei tempi tecnici, in osservanza delle norme vigenti in materia di orario di lavoro. Tale documento viene allegato al presente comunicato.

 

Nell’attesa di ulteriori notizie si inviano cordiali saluti.

 

 

FP CGIL INPS      UIL PA  INPS       FIALP - CISAL INPS      RdB PI - USB INPS

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati