LE BUCHE DEL MINISTRO BRUNETTA…

Comunicato RdB-CUB INPS n. 20/08

Nazionale -

Il neo ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione sta collezionando una serie di gaffe a ripetizione. Il 27 maggio scorso su l’emittente La7 aveva affermato che l’INPS affida ad un service esterno la liquidazione di parte delle pensioni, con una produttività di sei volte superiore a quella dei dipendenti dell’Istituto previdenziale, affermazione assolutamente infondata. Il 10 giugno, intervenendo ad un convegno sull’innovazione, ha annunciato che presto sarà possibile riscuotere le pensioni e versare i contributi presso le tabaccherie, per superare l’inefficienza della pubblica amministrazione.

Il ministro Brunetta sembra ignorare che attualmente la riscossione delle prestazioni pensionistiche ed il pagamento dei contributi sono effettuati presso banche ed uffici postali, soggetti privati non appartenenti alla pubblica amministrazione.

Nelle intenzioni di Brunetta c’è la costruzione di “reti amiche”, formate da farmacie, carabinieri, tabaccherie ed altri esercizi, per l’erogazione di servizi oggi garantiti dalla pubblica amministrazione, considerata evidentemente inaffidabile.

Se pensate ad una riedizione del Dott. Stranamore di Kubrick vi sbagliate di grosso, perché (ahinoi) sono le affermazioni pubbliche di un ministro di questa repubblica. Brunetta, probabilmente, ha sentito parlare vagamente della rete delle pubbliche amministrazioni, un progetto dello scomparso Gianni Billia, e lo ha editato nuovamente a propria immagine e somiglianza, ipotizzando che in futuro le pensioni pubbliche possano essere liquidate dal salumiere e riscosse dal tabaccaio, magari sotto forma di gratta e vinci.

Che vogliano liquidare e non riformare la pubblica amministrazione ormai lo si è ampiamente compreso. La RdB-CUB, insieme ai lavoratori del pubblico impiego, cercherà in tutti i modi di impedirglielo. La giornata di mobilitazione del 20 giugno è una prima occasione per respingere al mittente i farneticanti progetti di questo governo sul pubblico impiego.

 

…E QUELLE DEL CCNI 2007 INPS

L’amministrazione ha trasmesso gli importi del saldo definitivo dell’incentivo 2007, che saranno erogati con lo stipendio di giugno. I C1/C2 amministrativi, che percepiscono i € 30,00 mensili della maggiorazione tep, avranno l’amara sorpresa di ritrovarsi con € 450,00 in meno dei colleghi non indennizzati. E’ il risultato dell’applicazione del contratto integrativo INPS 2007 che, all’art. 6, prevede il riconoscimento della maggiorazione del 7% dell’incentivo solo al personale da A1 a C2 non indennizzato. L’assurda conseguenza è che i C1/C2 indennizzati, pur considerando i    € 360,00 annuali di maggiorazione tep, dovrebbero percepire circa € 90.00 in meno rispetto agli altri lavoratori non indennizzati. Complimenti!!!

Proprio per evitare questa situazione la RdB, aveva proposto con la  propria piattaforma, per il rinnovo dell’integrativo 2007, di estendere la maggiorazione del Tep di 30 euro a tutti i  lavoratori non indennizzati collocati nelle posizioni C1/C2.

Ricordiamo che la RdB-CUB non ha potuto neanche partecipare alla trattativa per il contratto integrativo 2007, in quanto esclusa per non aver firmato il CCNL 2006-2009.

Chi ha firmato il contratto integrativo si assuma ora la responsabilità di spiegare questa scelta.

 

 

IL 20 GIUGNO 2008

SCENDI IN PIAZZA CON LA RdB-CUB

PARTECIPA ALLE INIZIATIVE CITTADINE

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati