CONTRATTO INTEGRATIVO 2011, FIRMANO I SOLITI

In allegato l'Ipotesi di CCNI 2011

Nazionale -

 

Chiuso in tardo pomeriggio il Contratto integrativo 2011. Hanno firmato l’intesa CISL e UIL.

Abbiamo respinto un accordo che ha come pilastro centrale il nuovo sistema di calcolo della produzione di cui si sa ancora troppo poco e che viene solo evocato nel testo del contratto (sarebbe il famoso coefficiente unico 124 di cui si è trattato nelle video conferenze dell’amministrazione ma non al tavolo nazionale sindacale).

Ancora una volta la produttività viene sottratta al confronto e resta patrimonio unilaterale dell’amministrazione, mentre al sindacato vengono concesse verifiche trimestrali con osservatori a cui di fatto è impedito di svolgere una vera funzione.

E’ un contratto che amplia il numero di posizioni organizzative, ovviamente a carico del salario accessorio collettivo.

Per il resto, solo alcuni intenti nella dichiarazione congiunta finale, come quello riguardante nuovi criteri per l’attribuzione delle posizioni organizzative, inserito per il terzo anno di seguito senza che nel frattempo si sia fatto nulla. Ancora una volta, quindi, specchietti per le allodole. Per il personale delle Aree A e B, per gli ispettori di vigilanza e per quanti attendono giustizia dal contratto integrativo di ente. Ma il senso di giustizia non è una prerogativa di questa amministrazione.

 

FP CGIL INPS         FILP FIALP CISAL          USB PI INPS

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati