COMUNICATO STAMPA - INPS: USB, AMPIA ADESIONE AL BLACK OUT INFORMATICO CONTRO I TAGLI A SERVIZI E STIPENDI

Nazionale -

Computer spenti oggi all’INPS, per protestare contro il taglio di 300 euro di retribuzione mensile, nella giornata di black out informatico indetta dall’USB a cui hanno aderito migliaia di lavoratrici e di lavoratori. (foto iniziativa)


Il successo dell’iniziativa esprime il concreto malessere degli operatori della previdenza sociale rispetto ai tagli al bilancio dell’INPS e alle retribuzioni, oltre alla mancanza di un finanziamento del processo d’integrazione dell’INPDAP e dell’ENPALS con l’INPS, che rischia così di essere pagato dagli stessi lavoratori.


L’attività di sportello non è stata interrotta, per poter informare i cittadini e chiedere loro di unirsi a questa battaglia per la difesa e il rilancio delle funzioni della previdenza sociale pubblica, contro la privatizzazione e la soppressione di servizi che dovrebbero essere garantiti dall’INPS.


La protesta continuerà nei prossimi giorni e i suoi contenuti troveranno spazio all’interno della piattaforma sindacale che caratterizzerà lo sciopero generale del prossimo 18 ottobre.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati